Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Corso di Laurea Triennale in Scienze Agrarie

Calcolo del numero teorico di generazioni svolte dalla mosca delle olive in oliveti della Val d’Orcia

Titolo della tesi


Calcolo del numero teorico di generazioni svolte dalla mosca delle olive in oliveti della Val d’Orcia

 

Candidato


Orazio Guerrini

 

Relatore


Antonio Belcari

 

Correlatore


Patrizia Sacchetti

 

Anno Accademico


2014/15

 

Riassunto


L’elaborato introduce inizialmente il ruolo e l’importanza della filiera olivicola in Toscana, riportando, inoltre, quali sono le avversità che nel territorio regionale colpiscono maggiormente l’olivo.

Concentrando l’attenzione sulla mosca delle olive, in conseguenza dei gravi danni alla produzione causati dall’insetto durante il 2014, se ne descrivono i principali caratteri generali, morfologici e biologici; in riferimento ai vari metodi
di controllo e lotta del fitofago, si esaminano le modalità di monitoraggio della popolazione adulta e degli stadi giovanili e si elencano le varie strategie di lotta che possono essere adottate.

Per quanto riguarda la parte sperimentale della tesi, derivante dall’esperienza di tirocinio pratico-applicativo (basata sul monitoraggio e controllo della mosca) svolto in un’azienda agricola della Val d’Orcia, l’obiettivo è stato quello
di dimostrare la relazione tra l’andamento delle catture di adulti nelle trappole e la simulazione teorica del numero di generazioni svolte dall’insetto, ottenuta con il metodo previsionale della somma termica; lo stesso calcolo è stato poi
utilizzato con lo scopo di ottenere uno storico della dinamica di popolazione della specie per gli anni 2010-2015, ipotizzando tre diverse epoche iniziali di attacco del fitofago.

L’andamento delle catture è stato inoltre confrontato con le temperature medie giornaliere dei mesi estivi del 2015 al fine di evidenziare l’influenza dei fattori climatici sulla biologia del dittero.

In conclusione, il lavoro svolto ha permesso di verificare la buona corrispondenza e l’efficacia del modello previsionale della somma termica e di ottenere un andamento demografico medio della mosca nella zona considerata,
utile a migliorare l’applicazione dei metodi di lotta.

 
ultimo aggiornamento: 01-Mar-2016
UniFI Scuola di Agraria Home Page

Inizio pagina